Quando nasce e dove si diffonde il primo burglar alarm?

Il primo sistema di allarme antifurto venne commercializzato a partire dal 1857 da Edwin Holmes, imprenditore americano che può essere considerato il vero padre dei sistemi di sicurezza, assieme alla sua azienda, la “Holmes Electric Protection Company”, prima società al mondo di impianto di allarme elettrici, con il nome di burglar alarm.

Holmes non fu il vero e proprio inventore di questo nuovo apparato tecnologico (il brevetto del 1853 di Augustus Russle Pope venne acquistato da Holmes), ma fu un personaggio scaltro e intelligente, che utilizzò i mezzi pubblicitari che aveva a disposizione nel miglior modo possibile.

Per prima cosa diede un nome al suo prodotto, chiamandolo telegrafo antifurto: con il telegrafo aveva in comune il funzionamento (l’invio di un segnale tramite un impulso elettromagnetico), ma il motivo principale per la scelta di questo nome fu sfruttare la popolarità e la sicurezza trasmessa da quel mezzo di comunicazione moderno. Inoltre il macchinario di allarme poteva sfruttare i fili del telegrafo, rendendo per tutti l’installazione più semplice!

Venne costruita quindi una stazione centrale, nella quale convergevano i cavi telegrafici dei suoi impianti di allarme, ma in seguito un’intuizione davvero geniale (questa volta del figlio di Holmes) fu fondamentale: durante la notte, i negozi potevano sfruttare la linea telefonica per i propri impianti di allarme.

Ma come venne commercializzato?
Holmes fece del burglar alarm il suo simbolo: per non andare incontro a un buco nell’acqua, cercò inizialmente di inquadrare quali potevano essere i potenziali clienti del prodotto e giunse alla conclusione che occorreva partire da una città con un tasso di criminalità ben superiore a quello di Boston, dove aveva sede la sua azienda.
E New York? Effettivamente un macchinario che rendesse possibile proteggere la propria casa e i propri negozi dai ladri poteva essere qualcosa di veramente innovativo e di successo in una città con un tasso di delinquenza elevato come New York.

Prese di mira quindi i giornali della Grande mela, facendo realizzare un annuncio pubblicitario in cui la foto e il nome del burglar alarm erano al centro dell’attenzione, e lo promosse attraverso delle testimonianze di personaggi e negozi di spicco nella società newyorkese che lo avevano iniziato ad utilizzare.
L’utilizzo dei cavi telefonici infatti aveva fatto acquisire ad Holmes clienti davvero importanti all’interno della grande città, come ad esempio Tiffany o Lord & Taylor.

In poco tempo e grazie alle sue scelte strategiche, Holmes riuscì ad imporre sul mercato il nuovo allarme antifurto, rendendo il suo strumento una vera e propria necessità agli occhi dei consumatori, che non volevano più farne a meno.

Ed è così che, ancora oggi, ci sentiamo molto più al sicuro quando abbiamo installato in casa un burglar allarm! All’interno del nostro shop trovate la sezione sicurezza, con tutto ciò che serve per mettere al sicuro la vostra casa!